Di Sara Marangon

Il rimedio al gran caldo resta sempre il gelato. Segnalateci i migliori

La gelateria dell'anno 13 ago 2021

Nei giorni in cui la calura estiva sta toccando uno dei suoi apici stagionali, il gelato rappresenta sicuramente uno dei "beni rifugio" più gettonati. Che sia in cono o in coppetta non importa: l'effetto rinfrescante è assicurato in ogni caso. Ed è proprio a questo prodotto, e a chi lo produce artigianalmente e lo offre alla clientela, che si rivolge la seconda edizione delle sfida lanciata dal Giornale di Vicenza e intitolata "La gelateria dell'anno". Tutti possono partecipare, anche chi ha gareggiato lo scorso anno. Solo due requisiti: l'attività deve aver sede a Vicenza o provincia e il prodotto dev'essere artigianale e non industriale. Votare l'amico che ha aperto una gelateria o un parente che con il suo punto vendita ha fatto la storia del gelato in città, non sarà affatto difficile. Basterà ritagliare e spedire o consegnare a mano alla redazione del GdV i coupon che sono presenti ogni giorno sulle pagine del quotidiano.

 

AMATO DAI BAMBINI. Proprio il gelato non confezionato risulta un ottimo alimento anche per i più piccoli, certo prestando attenzione sia all'età dei giovani consumatori, sia alle quantità. Il gelato, soprattutto quello alla frutta realizzato come un sorbetto a base d'acqua (dunque senza lattosio), può rappresentare un ottimo spuntino da dare ai bimbi a metà mattina o come merendina pomeridiana. Sicuramente il gelato artigianale è da preferire a quello confezionato poiché risulta più completo: contiene meno zuccheri e, nei gusti alle creme, una buona quantità di latte. In modo particolare i gelati artigianali alla frutta contengono succo e polpa di frutta, cui viene aggiunta acqua o latte e zucchero, a volte anche albume e grassi vegetali; mentre nei gelati alle creme vi sono zucchero, latte, panna, yogurt e uova. A questi ingredienti base ne vengono aggiunti altri per definirne il gusto come ad esempio cioccolato, nocciole e pistacchio. Ma quand'è il momento migliore per far assaggiare il gelato ad un bambino? Si potrebbe dire attorno al primo anno di vita. La quantità di gelato proposta dev'essere però calcolata in base al peso del bimbo, alla sua costituzione e alle sue abitudini.

 

LA SFIDA SOCIAL. Certo, difficilmente i più piccoli potranno votare, ma genitori, zii, nonni e parenti sì. Oltretutto, per questa seconda edizione, oltre alla tradizionale sfida a suon di coupon è iniziata su Instagram una gara settimanale a suon di like. Si chiama "Il gusto dell'estate" e coinvolge tutte le gelaterie in gara che possono concorrere alla vincita di 300 punti extra. Per partecipare è sufficiente inventare un nuovo gusto dedicato alla nostra testata, creare il contenuto social - la foto o il video di massimo 15 secondi del gelato inventato - e specificare la ricetta con cui è stato realizzato senza dimenticare il tag @ilgiornaledivicenza e gli hashtag #lagelateriadellannovicenza #ilgustodellestatevicenza. Il contenuto dovrà poi essere pubblicato su Instagram dal lunedì al mercoledì per partecipare alle votazioni che si terranno ogni venerdì sulla pagina Instagram del GdV; quello che di volta in volta otterrà più like sarà premiato il lunedì successivo..